La nostra terra

Dal vulcano più alto d’Europa, dalle terre nere dell’Etna, dalla zona sud del parco dell’Etna a 700 metri sopra il livello del mare, dai terrazzamenti intervellati da pietra lavica, il sole di Sicilia ci aiuta a strappare dalla terra nera, il vino da vitigni di cultivar autoctone per eccellenza di Nerello Mascalese unico già conosciuta dagli antichi Greci (fertile terra dei Ciclopi) e l’olio extra vergine d’oliva di nocellara dell’Etna.

Le escurzioni termiche che determinano il colore ed il profumo del vino, i Sali minerali dei lapilli e delle ceneri vulcaniche apportano potassio e sali minerali che equilibrano il processo di maturazione delle uve, allungano la longevità naturale, com effetti benefici sul tenore alcolico dei vini e la quantità finale del nostro vino e del nostro olio, di cui bontà era riconosciuta e apprezzata fin dal tempo dei romani.

I lavori rigorosamente fatti senza l’ausilio di mezzi meccanici e raccolta rigorosamente a mano e senza utilizzo di diserbanti di nessun genere.